Un nuovo “stile” per l’Ac

Ciao Ornella, anzitutto grazie per la vicinanza che come presidente e consiglieri diocesani state dimostrando in questo periodo a tutte le associazioni, con le lettere che avete scritto a ragazzi, giovani, adulti, adultissimi … anche ad un’associazione di “periferia” come la nostra ne ha trovato giovamento e un grande piacere.
Ringraziando il Signore la nostra zona nel vicentino è ancora solo leggermente lambita dall’emergenza (a Mussolente contiamo un solo caso, asintomatico e in quarantena domestica), mentre sentiamo la difficoltà che vivete nel trevigiano.
E’ davvero un periodo strano ed inusuale quello che stiamo vivendo, quasi “surreale” potremmo dire visto lo stile di vita fatto di uscite, incontri, …a cui siamo abituati.
Anche le nostre vite associative sono state modificate nel profondo.
Quello di Quaresima infatti per noi sarebbe dovuto essere un periodo davvero ricco, in quanto, fino all’ultimo, speravamo di poter promuovere la nostra iniziativa dei Vespritz.
Ogni mercoledì infatti avremmo dovuto trovarci per un momento di preghiera con i Vespri che poi sarebbe terminato con un momento di convivialità e fraternità di un aperitivo.
Non ci siamo persi d’animo comunque!
Lo stile AC non è quello di rimanere fermi ad aspettare che le cose passino da sole.
Abbiamo proposto infatti, partendo dal nostro consiglio e poi estendendo l’invito ai nostri contatti di amici, familiari, di vivere lo stesso questo momento in forma “domestica”.
Alla stessa ora ci ritroviamo ognuno nelle nostre case, tra i nostri affetti, e viviamo personalmente sia la preghiera che, ovviamente da bravi veneti l’aperitivo.
Ognuno poi, nel nostro gruppo WA (in questo momenti ringrazio che esiste una tecnologia così’ che ci viene in aiuto) invia una foto per condividere l’esperienza.
Lo stiamo vedendo come un modo per dirci a vicenda “ti sono vicino”…”sto pregando anche per e con te”…”ci diamo allegria e forza a vicenda”…
Ci ritroviamo a pregare per tutte le persone che stanno lavorando negli ospedali, per quelle che stanno soffrendo per la malattia o che hanno dei loro cari ammalati.
Te ne invio alcune in allegato, così da condividere anche con voi questo nostro spirito di voler sempre guardare avanti con fiducia e speranza.
Siamo certi che, “andrà tutto bene” perché  anche in questi momenti in cui la barca sembra essere in balia delle onde, il Signore è con noi!
Da parte di tutta la nostra associazione di Mussolente, un grazie ed un abbraccio grande.
Michele