Libretto di preghiera Pace 2019

l’AC per la PACE. La buona politica è al servizio della pace.

 Sicuramente è l’ACR il la parte associativa più coinvolta nel mese della pace.

Quest’anno educatori e ragazzi sono impegnati a riflettere “sulla tutela dei diritti e delle libertà di tutti mettendo al centro in particolare il valore del cibo e del consumo consapevole, difendendo la dignità delle persone e dei lavoratori che impiegano i propri sforzi per produrlo soprattutto in paesi nei quali le condizioni economiche e sociali sono più difficili. Pensare a tutti difendendo libertà, autonomia e dignità ci porta a dire (a misura di ogni età): “La pace è servita”. E nella loro riflessione coinvolgono i genitori, invitandoli a partecipare alle loro FESTE della PACE.

Anche i giovani partecipano a questo percorso di sensibilizzazione approfondendo un tema che riguarda tutta l’umanità; l’ascolto di quel grido  che proviene dai paesi più fragili, l’ascolto della nostra terra e la cura della casa comune, l’ascolto di noi stessi.  I Giovani si ritrovano ad offrire al Signore le loro riflessioni perché diventino germi di conversione nelle VEGLIE vicariali.

Da qualche anno l’ AC di Treviso propone gli Adulti  di unirsi alla riflessione e preghiera dei Ragazzi e dei Giovani attraverso un semplice sussidio da utilizzare personalmente nella propria casa negli ultimi giorni di gennaio (dal 26 al 1° febbraio). Quest’anno il discorso del Papa per la 52esima giornata mondiale della pace è accompagnato da alcuni passi tratti dal libro del nostro Presidente Nazionale Truffelli  “La P maiuscola: fare politica sotto le parti”. Il legame tra i due documenti è la convinzione del Pontefice che “La buona politica è al servizio della pace” come dire che le scelte e le azioni quotidiane degli uomini e donne servono a diffondere la Pace nel mondo, quel dono che Dio ha posto nel cuore di ogni suo figlio “ …pace in terra agli uomini che Dio ama”.