Fratelli tutti – lettera enciclica sulla fraternità e l’amicizia sociale

Stessi diritti, stessi doveri, pari dignità per gli uomini, in qualunque parte della terra siano nati: bisogna ripartire da questa verità per provare a ricostruire l’amore fraterno nella sua dimensione universale, nella sua apertura a tutti. All’indifferenza e alla discriminazione, occorre reagire con un nuovo sogno di fraternità e di amicizia sociale che non si limiti alle parole ma sia costruito tutti insieme, a partire dalle periferie; viandanti sulla stessa strada, ciascuno con la ricchezza della propria fede. Fratelli tutti, da una citazione di San Francesco, il santo dell’amore fraterno, è una lettera aperta coraggiosa e schietta, rivolta a tutte le persone di buona volontà. Con una introduzione di Matteo Truffelli.

 


Pubblicata  Fratelli tutti, la terza enciclica di papa Francesco, che il 3 ottobre da Assisi, la città del poverello, ha rinnovato agli uomini e alle donne di buona volontà l’invito ad impegnarsi alla costruzione di una casa comune in cui regnino fraternità e amicizia sociale. A partire dalla comune appartenenza alla famiglia umana, dal riconoscerci fratelli perché figli di un unico Creatore, tutti sulla stessa barca e dunque bisognosi di prendere coscienza che in un mondo globalizzato e interconnesso ci si può salvare solo insieme. Motivo ispiratore più volte citato è il Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza firmato da Francesco e dal Grande Imam di Al-Azhar nel febbraio 2019. 
L’Editrice Ave pubblicherà il testo dell’enciclica con un commento del Presidente nazionale Ac, Matteo Truffelli.
Per informazioni e prenotazioni invia una mail a segreteria@actreviso.it  

 

Una sintesi dei contenuti più salienti.

Sulle orme del poverello di Assisi – La fraternità è da promuovere non solo a parole, ma nei fatti.

Le ombre di un mondo chiuso – Problemi globali esigono azioni globali, no alla “cultura dei muri”.

Un estraneo sulla strada – L’amore costruisce ponti: l’esempio del Buon Samaritano.

Pensare e generare un mondo aperto – Il principio della capacità di amare secondo «una dimensione universale»

Pensare e generare un mondo aperto – Migranti: governance globale per progetti a lungo termine.

La migliore politica – La politica, una delle forme più preziose della carità.

Dialogo e amicizia sociale – Il miracolo della gentilezza.

Percorsi di un nuovo incontro – L’artigianato della pace e l’importanza del perdono.

Le religioni al servizio della fraternità nel mondo – Garantire libertà religiosa, diritto umano fondamentale.