Aggiornamento emergenza Ucraina

DIRETTA SULLE INIZIATIVE DIOCESANE
Mercoledì 16 marzo 2022 ore 20.30
A seguito delle molte richieste di parrocchie e famiglie che hanno dato disponibilità all’accoglienza, proponiamo un incontro informativo in diretta in cui presenteremo le iniziative diocesane a favore dei profughi ucraini, che come Caritas diocesana stiamo coordinando nel territorio.L’incontro si potrà seguire on line, in diretta, sul nostro canale YouTube:

LINK INCONTRO IN DIRETTA

MODALITA’ DI AIUTO PER PARROCCHIE E ALTRE REALTA’ ECCLESIALI 
L’impegno centrale di Caritas tarvisina e di tantissime Caritas parrocchiali, volontari, sacerdoti continua per sostenere le popolazioni colpite dalla guerra in Ucraina, con aiuti diretti alle Caritas dei Paesi ospitanti e con un’accoglienza organizzata nel nostro territorio, in rete e in accordo con tutte le Istituzioni.
Dal sito di Caritas tarvisina:
RACCOLTA FONDI
Fino ad oggi, 10 marzo, sono arrivate alla nostra Caritas 534 donazioni per 97.719€ totali; inoltre CentroMarca Banca ha attivato un crowdfunding insieme a noi con una prima donazione di 30.000€.
Le offerte saranno utilizzate per contribuire alle attività della rete internazionale delle Caritas, principalmente per la fornitura di beni di prima necessità nelle Chiese locali ucraine e per sostenere le Caritas dei Paesi limitrofi impegnate a favore dei profughi.
Parte di questi fondi verrà usata a sostegno dei servizi di accoglienza dei profughi che si attiveranno nella nostra Diocesi.
Ricordiamo le coordinate per effettuare un bonifico bancario (causale “Emergenza Ucraina”): IBAN IT05 G 08399 12000 000000332325, intestato a Diocesi di Treviso – Caritas Tarvisina. Per usufruire delle detrazioni fiscali previste dalla legge si può effettuare la donazione al nostro braccio operativo Servitium Emiliani ONLUS al seguente IBAN: IT55 H 08399 12000 000000318111.
ACCOGLIENZA
Abbiamo ricevuto la disponibilità di 135 alloggi  da cittadini ed enti (parrocchie ed istituti religiosi). Siamo in contatto con la Prefettura di Treviso, deputata a coordinare e gestire le procedure di accoglienza dei profughi nel nostro territorio. Insieme agli Enti Locali, alla Protezione Civile e alla Regione ci stiamo preparando per l’arrivo dei cittadini ucraini nelle prossime settimane (ad oggi le persone che sono arrivate, principalmente donne con bambini, hanno trovato ospitalità attraverso la propria rete di contatti). Caritas collaborerà strettamente con le comunità locali e le parrocchie per accompagnare le persone che saranno accolte.
  • CENSIMENTO DISPONIBILITÀ ALLOGGI: Si invita a proseguire la comunicazione delle disponibilità da parte di privati, parrocchie, enti, aziende e associazioni, contattando la nostra segreteria al numero 0422 546585 (da lunedì a venerdì, dalle 8:30 alle 14) o tramite la mail accoglienza.migranti@diocesitreviso.it. Si chiede alle parrocchie di mantenere aggiornata la Caritas diocesana circa le eventuali accoglienze attivate presso le proprie strutture.
  • CENSIMENTO DISPONIBILITÀ VOLONTARI: Qualora venisse adibito un punto di primo arrivo, gestito da Caritas diocesana, e ci fosse la necessità di volontari per l’accompagnamento delle persone accolte si possono segnalare le disponibilità, sempre tramite telefonata o e-mail.
  • CITTADINI UCRAINI CHE NECESSITANO ALLOGGIO: Per segnalare i cittadini ucraini che hanno bisogno di alloggio mandare un’e-mail all’indirizzo emergenzamigranti.pref_treviso@interno.it .
MINORI NON ACCOMPAGNATIPer la normativa italiana i minori stranieri non accompagnati sono soggetti ad una tutela legale specifica che definisce un iter particolare per l’accoglienza (ad esempio la presenza di associazioni e/o progetti che operavano già prima dell’emergenza).
Per saperne di più sull’iter legale e sanitario, sui trasporti di materiale e persone, continua a leggere su   http://www.caritastarvisina.it/ucraina-10-03-2022/ dove gli aggiornamenti sono costanti.

 

Indicazioni del vicario generale e del direttore della Caritas.
La Diocesi di Treviso, attraverso la Caritas, in relazione all’Emergenza legata a quanto sta accadendo in Ucraina, offre ai parroci, alle parrocchie e alle realtà ecclesiali le seguenti indicazioni.
  • • È stata avviata una raccolta fondi da Caritas Italiana a beneficio di Caritas Ucraina e le Caritas dei paesi confinanti. È possibile fare la donazione diretta a Caritas Tarvisina attraverso bonifico bancario (causale “Europa/Ucraina”) tramite:
Iban: IT05 G 08399 12000 000000332325
Intestato a Diocesi di Treviso – Caritas Tarvisina.
Se si vuole avere la possibilità di usufruire delle detrazioni fiscali previste dalla legge si può fare la donazione al nostro braccio operativo Servitium Emiliani ONLUS:
Iban: IT55 H 08399 12000 000000318111.
Intestato a Servitium Emiliani ONLUS, braccio operativo di Caritas Tarvisina.
  • • Al momento non vengono effettuate direttamente da Caritas raccolte di generi alimentari, coperte, farmaci o qualsiasi altro prodotto da inviare come aiuto umanitario. Non possiamo garantirne la consegna vista la situazione attuale.
  • • Le parrocchie che volessero attivare l’accoglienza a persone provenienti dall’Ucraina, Caritas Tarvisina si rende disponibile nel sostenerle nelle pratiche relative all’ospitalità e alla richiesta della tessera sanitaria temporanea. Prendere contatti all’indirizzo di posta elettronica: accoglienza.migranti@diocesitreviso.it.
  • • Qualora venisse adibito un punto di primo arrivo, gestito da Caritas diocesana, e ci fosse la necessità di volontari si possono segnalare disponibilità al seguente indirizzo di posta elettronica: accoglienza.migranti@diocesitreviso.it.
  • • Se dovesse esserci l’opportunità di mettere a disposizione le canoniche vuote in ragione dell’emergenza in corso, si coinvolga il consiglio pastorale parrocchiale e il consiglio parrocchiale per gli affari economici, si concordi con l’autorità comunale tale possibilità e si contatti l’Ordinario allo scopo di precisare tempi, modalità e sostegno economico.
  • • Per eventuali informazioni rispetto al ricongiungimento familiare invitiamo a prendere contatto con la Prefettura di riferimento. Per Treviso tutti i contatti si trovano nella pagina: http://www.prefettura.it/treviso/contenuti/Ricongiungimenti_familiari-46467.htm.
Don Giuliano Brugnotto,Vicario generale
don Davide Schiavon, Direttore Caritas