Proposta diocesana cammino sinodale

Carissimi Coordinatori vicariali e carissimi Presidenti parrocchiali,
vi invito ad un collegamento on line per il 10 gennaio 2022 alle ore 20.45 per presentarvi la proposta diocesana del cammino sinodale.
La convocazione della Chiesa universale per un sinodo che mette al centro la “sinodalità”, espressione della natura stessa della Chiesa, della sua forma, dello stile, della sua missione, ci coinvolge in prima persona, come aderenti all’Azione Cattolica, associazione di laici impegnati in forma comunitaria a contribuire alla realizzazione il fine stesso della Chiesa.
La Chiesa Italiana ha avviato un cammino sinodale che si inserisce in questo primo anno 2021-22 nel percorso tracciato dal sinodo universale. Anche la nostra diocesi, quindi, ha avviato la prima fase del cammino dedicata alla “narrazione”, all’ascolto reciproco dei desideri, le sofferenze e le risorse di tutti coloro che vorranno intervenire.
Per approfondire il mandato affidato ai laici da Papa Francesco, abbiamo chiesto a Marialuisa Furlan, in qualità di referente dell’equipe per il cammino sinodale diocesano, di presentarci la proposta, le modalità, e i quesiti che saranno oggetto di questa consultazione del Popolo di Dio. L’intervento coincide con la prima parte della prossima Presidenza: sarà quindi, un breve collegamento, al quale speriamo possiate tutti partecipare per poter successivamente richiedere eventuali precisazioni e maggior dettagli direttamente a Marialuisa via e-mail. Al termine, la Presidenza continuerà con l’esame degli altri punti all’o.d.g.
Vi invio in allegato alcune osservazioni   che possono introdurci nella proposta, incluso quanto il Papa ha affidato al nostro Consiglio Nazionale.
Al Convegno Nazionale dei Presidenti/Assistenti è intervenuto invece il vicepresidente della Cei Mons. Erio Castellucci che ci ha sollecitato a intervenire in quanto “La diffusione capillare dell’Azione Cattolica, con le sue «antenne» presenti su tutto il territorio italiano, sarà di grande aiuto nel fare in modo che «si concretizzi la richiesta di Francesco di procedere con un Sinodo “dal basso”, operando cioè una vera e propria consultazione del popolo di Dio, questa è la sfida». L’Azione Cattolica può aiutare i vescovi «a rendere capillare la sinodalità, far parlare tutti quelli che lo desiderano, dare delle opportunità a tutti creando dei luoghi e dei tempi di ascolto. Questo è importante: tutti noi vescovi pensiamo che almeno il primo anno dovrà essere un anno di ascolto profondo. Soprattutto dopo questo anno e mezzo di grande sofferenza dovuta alla pandemia»” e ancora “Ciò che i laici e i laici di Ac in particolare possono e debbono sperimentare e testimoniare è «la mescolanza virtuosa tra teoria e pratica, essere allo stesso tempo catechisti e operatori di carità. In Ac questo si può realizzare con maggiore facilità, per il suo essere associazione di popolo, poiché è tipica della sua storia la dinamica della santità del quotidiano».
Vi invito a segnarvi la data; questo è il link per il collegamento clicca qui
In caso di primo collegamento su TEAMS segnalo che per partecipare sarà sufficiente cliccare sul link che riceverete ma, per una migliore resa, consigliamo di installare precedentemente l’applicazione Teams nel dispositivo che userete (pc, mac, tablet, telefono). Potete scaricarla da qui: https://www.microsoft.com/it-it/microsoft-365/microsoft-teams/download-app .
Se ritieni, potrai girare l’invito e il link a chi pensi sia particolarmente interessato alla proposta della diocesi.
Un cordiale saluto
Ornella Vanzella